venerdì 18 marzo 2011

Questo Ebook si autodistruggerà entro tre secondi... due... uno...

Sta succedendo quello che mi aspettavo: una casa editrice londinese ha chiesto che i propri Ebook fossero "noleggiati" e non presi in prestito nelle biblioteche inglesi. I bibliotecari quindi potranno prestare i libri della HarperCollins soltanto ventisei volte.
L'articolista di Zeus News pensa che questo possa minare l'esistenza stessa degli Ebook, i quali dopo ventisei download, si cancelleranno.
A mio parere è il contrario e questa mia idea è molto, molto pessimista. Questo potrebbe essere l'inizio di un mercato che costringerà utenti e biblioteche a comprare Ebook (e accadrà quando verrà abbandonato il cartaceo, se non del tutto almeno per quanto riguarda i titoli e gli autori più importanti), e permetterà alle case editrici di servirsi della tecnologia per controllare la lettura e la diffusione dei propri libri.
Quindi i libri circoleranno di meno, gli Ebook spariranno dopo un certo numero di letture o giorni. Noi saremo costretti a comprare più volte lo stesso libro. Quindi se l'Ebook poteva essere un buon surrogato al logorio della carta, questo vantaggio verrà meno.
Il post-consumismo è il concetto che esprime il "comprare tanto e consumarlo in fretta". Questo va oltre il post-consumismo perché compreremo tante volta la stessa cosa, lo stesso bene. E' come se comprassimo ogni giorno la stessa pagnotta di pane per mangiarla, per poi defecarla, per poi...
Non so se un concetto del genere esiste già nella teoria economica (ultra-consumismo?). Mi piacerebbe approfondire questo nuovo lento degrado che stiamo vivendo.

Fonte:
http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=14425

3 commenti:

Ariano Geta ha detto...

Io penso che lo scopo di tutto ciò sia semmai costringerti a comprare l'ereader. Un po' come Sky, che si sente garantita dalle piraterie televisive grazie al decoder, con cui ogni pochi minuti può cambiare i codici di accesso alla faccia dei ladri di segnale.
La differenza è che Sky il decoder te lo da in comodato gratuito, e paghi il pacchetto di programmi.
L'ereader invece lo paghi parecchi soldi. E' una garanzia per poter consultare i tuoi ebook come e quando vuoi, ma lo paghi caro, più di 100 euro...

Gloutchov ha detto...

Oddio, se davvero l'ebook dovesse scomparire dall'ereader (o dall'archivio della biblioteca) dopo n. volte che lo si è letto, credo, i pirati informatici andrebbero a nozze.
Già ora è possibile trovare nelle reti p2p moltissimi titoli privi di DRM e... lo stripping non è poi così difficile da effettuare.

Insomma... sarebbe un bel autogol!

Mirco ha detto...

Avere l'Ebook reader in comodato d'uso è una bella idea. Oppure si potrebbe pagare che ne so... 100 euro da poter spendere poi in libri gratuitamente.
I pirati informatici ci vanno a nozze fino a un certo punto. Alla fine con Sky si sono arresi, non mi sembra che si possa craccare. Se creano sistemi chiusi anche per gli Ebook la via è quella.